Domande frequenti sulla ricostruzione mammaria

La decisione se sottoporsi o meno a un intervento di ricostruzione è difficile, ed è un passo che non necessariamente devi fare.

Sono molti i fattori da tenere in considerazione, tra cui come ci si sente al momento e che rapporto si ha con il proprio corpo. Noi vogliamo darti informazioni chiare, facilmente comprensibili e che ti aiutino a fare la scelta giusta.

Qui sotto troverai un elenco delle domande frequenti sulla ricostruzione mammaria. Tuttavia, queste informazioni non possono sostituire una discussione approfondita e aperta con il medico riguardo le procedure, la scelta della protesi e i rischi e vantaggi della procedura.

  • Cosa posso fare se voglio aumentare molto il mio seno?

    Si tratta del tuo corpo ed è una tua scelta! Alcune donne desiderano una protesi più grande rispetto alle proporzioni naturali del loro corpo. Dovrai parlare con il chirurgo delle opzioni praticabili e possibili e fidarti del suo giudizio, dopo tutto ha eseguito molti interventi ed è un vero esperto della bellezza

  • Che cos’è la ricostruzione mammaria?

    La ricostruzione mammaria è la creazione della forma di una nuova mammella mediante chirurgia. Può essere eseguita dopo la rimozione completa della mammella (mastectomia) o di parte di essa (lumpectomia). Lo scopo è di ricostruire un seno simile, per dimensione e forma, al seno originale. Ciononostante, non saranno mai identici.

  • Che cos’è il silicone?

    È importante conoscere la differenza tra silicio e silicone. Il silicio è un elemento chimico minerale comune e il secondo elemento più abbondante nella crosta terrestre. Il silicone è un polimero prodotto dall’uomo che contiene catene di silicio mescolato ad altri elementi quali ossigeno e carbonio. Il più diffuso è il polidimetilsilossano (PDMS). A seconda della struttura, i siliconi possono essere liquidi, in gel o solidi.

  • Il silicone è sicuro?

    Tutti i dispositivi medici presentano un certo grado di rischio, tuttavia, dal 1992, l’Istituto di Medicina dell’Accademia delle Scienze ha dichiarato che l’impianto delle protesi mammarie in “silicone” è sicuro.

  • Le protesi di GC Aesthetics contengono lattice?

    Le protesi di GC Aesthetics® sono costituite da gel di silicone di grado medicale ed elastomero. GC Aesthetics® non utilizza lattice o gomma naturale nella fabbricazione o nel confezionamento primario dei suoi prodotti impiantabili. Tuttavia, non abbiamo eseguito test sui nostri prodotti per confermare che sono privi di lattice.

  • L’intervento d’impianto delle protesi mammarie è doloroso?

    Il dolore dell’intervento d’impianto delle protesi mammarie dipende dallo specifico tipo d’intervento prescelto, se si sceglie un posizionamento sottomuscolare o sottoghiandolare, e dalla reazione individuale all’operazione. Dopo l’intervento generalmente si hanno gonfiore, dolore e fastidi, che possono essere gestiti con analgesici.

  • Quanto durerà l’intervento?

    La procedura viene normalmente eseguita in anestesia generale e dura alcune ore, a seconda dell’entità della ricostruzione. Per garantire un’assistenza personalizzata di massimo livello, dovrai trascorrere un certo periodo di tempo in clinica/ospedale prima e dopo l’intervento, per lo svolgimento delle procedure pre-operatorie e la somministrazione delle cure post-operatorie

  • Quanto tempo dovrò rimanere in ospedale?

    La durata della degenza in ospedale dipenderà dall’entità dell’intervento, ma è probabile che sarai dimessa entro un giorno o due dall’intervento, a seconda del tuo stato di salute generale e del parere del chirurgo. Fai in modo che ci sia qualcuno che possa accompagnarti in clinica/ospedale e venirti a prendere al momento della dimissione.

  • Le protesi interferiscono con la mammografia?

    Le protesi mammarie possono interferire con l’individuazione del tumore e la compressione mammaria durante la mammografia può causare una rottura della protesi.

    L’interferenza delle protesi mammarie con la mammografia può ritardare o impedire l’individuazione del tumore della mammella nascondendo lesioni sospette oppure rendendo più difficile includerle nell’immagine (raggi X, ultrasuoni). Le protesi rendono più difficoltose sia l’acquisizione che la lettura delle immagini mammografiche.

    Il radiologo deve essere informato della presenza delle protesi prima dell’esecuzione della mammografia.*

    *Brown S.L., J.F. TODD, H.M. LUU. 2004. Breast implant adverse events during mammography: reports to the FDA. J. Womens Health (Larchmt). 13(4):371-8; discussion 379-80 PMID:15195650™

  • Ci sono conseguenze per l'allattamento?

    Le donne in età fertile devono essere consapevoli del fatto che potrebbero non essere in grado di allattare dopo una ricostruzione mammaria. Alcune donne che si sono sottoposte alla ricostruzione mammaria possono allattare e altre no. È importante discutere con il chirurgo le opzioni per l’allattamento prima dell’intervento.*

    *Hurst N.M. 1996. Lactation after augmentation mammoplasty. Obstet. Gynecol. 87:30-4 PMID:8532261™

    Qual è la differenza tra una protesi rotonda e una anatomica (a forma di goccia)?

  • Qual è la differenza tra una protesi rotonda e una anatomica (a forma di goccia)?

    Le protesi rotonde conferiscono maggior volume nella parte superiore della mammella, con un effetto di sollevamento, mentre le protesi sagomate (anatomiche) danno un risultato meno evidente, più vicino alla forma naturale del seno.

  • Che cos’è il “profilo”?

    Il profilo è la “proiezione” della protesi, ovvero quanto sporge. Produciamo una varietà di profili differenti per consentire ai diversi tipi di donne di ottenere l’aspetto che desiderano. I profili alto e molto alto sono i più grandi, mentre quello medio e basso sono più discreti.

  • Perché esistono così tante forme e dimensioni diverse?

    Perché le donne hanno forme e dimensioni diverse e vogliono ottenere aspetti diversi. Che tu voglia avere una silhouette formosa, un seno piccolo ma dalla forma perfetta oppure ritrovare la pienezza dopo una perdita di peso, ogni caso richiede una forma e una misura differenti. Noi offriamo ai medici una vasta gamma tra cui scegliere per trovare la soluzione perfetta per te.

  • Come faccio a sapere quali sono la misura e la forma giuste per me?

    La dimensione e la forma del seno devono essere discusse con il chirurgo. Vorrai discutere anche se utilizzare protesi rotonde o anatomiche e analizzare le varie opzioni di misure e peso disponibili.

    Prima della consulenza dovrai pensare alla forma e alla dimensione complessiva che vorrai ottenere, quindi chiedi al chirurgo quali sono le protesi che possono offrirti un risultato quanto più possibile vicino alla forma che desideri.

    Devi essere consapevole del fatto che, se ricostruisci una sola mammella, non sarà identica a quella naturale.

  • Cosa posso fare se sono troppo grandi?

    Molte donne pensano che i loro seni saranno troppo grandi dopo l’intervento e chiedono al chirurgo di scegliere una misura inferiore rispetto a quella che effettivamente desiderano. Tuttavia, è probabile che ti sentirai più a tuo agio con la nuova forma del tuo seno dopo l’intervento…in effetti, molte donne vorrebbero aver scelto una misura più grande alla fine!

  • Sembreranno finte?

    Dipende da te! Il corpo di ogni donna è diverso e le fotografie prima e dopo l’intervento di donne che si sono sottoposte all’impianto di protesi mammarie non sempre sono rappresentative di come sembrerai. Se vuoi un risultato naturale, dillo chiaramente al chirurgo fin dall’inizio e lui ti consiglierà le opzioni possibili.

  • Cosa posso fare se non mi piacciono?

    Se hai effettuato un’attenta ricerca, controllato le credenziali del chirurgo e ti sei presa il tempo necessario per essere davvero convinta della tua decisione, è poco probabile che non sia soddisfatta del risultato dell’intervento.

  • Quanto dureranno le mie nuove protesi?

    Le protesi mammarie dovranno essere sostituite nel corso della vita. Le protesi non sono dispositivi a vita e sono soggette all’usura come qualsiasi altro dispositivo impiantabile (ad es. otturazioni dentali, valvole cardiache, articolazioni dell’anca).*

    *Cohen BE, Biggs TM, Cronin ED, Collins DR Jr. Assessment and longevity of the silicone gel breast implant. Plast. Reconstr. Surg. 1997 May:99(6):1597-601 PMID:9145128®

  •